Nuove scoperte nel sito archeologico di Tres Tabernae

26/11/2015

Affresco_dettaglio
Affresco_dettaglio

Come già annunciato nei giorni scorsi, sono iniziate nuove ricerche nell’importante sito archeologico di Tres Tabernae nel comune di Cisterna di Latina (LT). Si apre dunque un’ulteriore fase che vede al centro questa importante stazione di posta sull’Appia successivamente diventata civitas che fu testimone nel 60 d.C. dell’incontro di San Paolo, condotto a Roma in catene per subire un processo, con un gruppo di fedeli provenienti dalla capitale dell’Impero. Tappa certificata dagli Atti degli Apostoli insieme a Forum Appii dove però le testimoniante archeologiche non hanno restituito finora resti consistenti.

Si tratta di indagini geofisiche non invasive condotte da una equipe di ricercatori dell’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR di Roma diretto da Paolo Mauriello con il quale la Soprintendenza Archeologia per il Lazio e l’Etruria meridionale guidata da Alfonsina Russo ha stipulato una convenzione per la ricerca e la valorizzazione del sito.

In particolare l’area viene investigata attraverso l’utilizzo della tomografia elettrica che, analogamente a quella usata in campo medico per l’esame del corpo umano, consente di individuare le anomalie del terreno e di determinarne la conformazione. Tali anomalie, opportunatamente decodificate, documentano strutture archeologiche ancora sepolte nel sottosuolo. Il lavoro di acquisizione dei dati è ovviamente ancora in corso ma dai primi risultati si ricava la probabile presenza di un edificio absidato localizzato nella fascia a margine della SS7 Appia che ripercorre il tracciato della Regina viarum.

Ciò costituisce un’ulteriore conferma della notevole importanza del sito e lascia ipotizzare una rilevante estensione dell’insediamento che ricevette precocemente nel IV secolo d.C. una sede vescovile sia per la densità demografica sia per la memoria che lo legava al passaggio di San Paolo.

La fase successiva vedrà impegnati la Soprintendenza stessa e il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana nello scavo archeologico del nuovo settore e nella rimessa in luce degli ambienti già noti. Un percorso di visita verrà allestito dalla primavera prossima all’interno del cantiere, in concomitanza con l’evento giubilare, a sottolineare questo fondamentale luogo di storia e di fede nel Lazio.

 

 

 

Consulta la sezione Vie di Giubileo – Il Cammino di San Paolo