Il sacro che scorre. I riti dell’acqua

Civita Castellana EXPO
Civita Castellana EXPO
Genere
Experience Etruria
Data inizio
11/06/2015
Data fine
31/10/2015
Luogo
Civita Castellana
Sede
Museo Archeologico dell'Agro Falisco - Forte Sangallo

Curatori

Maria Anna De Lucia

Progetto scientifico

L’acqua che scorre e che purifica ha da sempre un forte legame con i più diversi aspetti del sacro. I Falisci, che abitavano Civita Castellana e il territorio bagnato dal Tevere e dal suo affluente, il Treja, non si sono sottratti a questo richiamo e hanno spesso costruito importanti santuari sulle sponde dei fiumi, hanno lasciato singolari doni votivi sul greto dei fossi o addirittura realizzato strutture idriche legate a culti particolari dalla misteriosa natura.

Non è un caso anche il santuario federale dei Falisci, sacro a Giunone Curite, frequentato ancora in età romana dal poeta Ovidio con la moglie e la suocera, lambisca quasi le acque del Rio Maggiore sotto Civita Castellana.