Il convento francescano di Santa Maria del Riposo

Fondato nel 1247 a seguito di un miracolo operato da S. Francesco durante il suo soggiorno a Tuscania nel 1222, il Convento di Santa Maria del Riposo è strettamente collegato e architettonicamente coerente con l'adiacente omonima chiesa rinascimentale.

Della struttura conventuale vera e propria è ormai completamente perduta la tipica organizzazione spaziale interna a causa delle tormentate vicende legate alla storia del monumento e alle improprie utilizzazioni cui nel tempo è stato adibito. Ben conservato è invece il chiostro realizzato nel 1579, articolato in quattro bracci coperti da volte a crociera e definiti verso l'esterno da un armonioso colonnato di archi a tutto sesto sostenuti da fantasiosi capitelli frutto di stratificate esperienze che spaziano dal repertorio figurativo etrusco a quello romanico-gotico; in corrispondenza delle lunette del porticato pregevoli affreschi del XVII secolo illustrano episodi della vita di S. Francesco e accolgono gli stemmi delle famiglie nobili di Tuscania.